Diritto del lavoro

Nell’economia attuale, in continuo movimento e basata sull’informazione, a livello mondiale, le imprese e le persone fisiche sono alla ricerca di consulenza specialistica in materia di diritto applicabile alla forza lavoro ed alle risorse umane. La normativa romena è permanentemente armonizzata con la normativa dell’Unione Europea.

L’attività del nostro Studio Legale consiste nella consulenza e la rappresentanza legale fornita sia alle imprese residenti, che ai loro dipendenti, nonché nella negoziazione delle controversie di lavoro.

Il nostro Studio Legale è in grado di fornire consulenza nelle questioni di diritto del lavoro riscontrate dalle imprese residenti in Romania, con riguardo ai dipendenti che svolgono l’attività sul territorio nazionale, ma anche in caso di distacco dei dipendenti in altri paesi dello spazio europeo.

Per i nostri clienti, persone giuridiche, abbiamo elaborato:

– modelli di contratti di lavoro

– mansionari

– regolamenti interni

– regolamenti di organizzazione e funzionamento

– atti aggiuntivi di delega e distacco, in Romania o all’estero

– decisioni di cessazione del contratto individuale del lavoro

Inoltre, abbiamo fornito assistenza e rappresentanza legale nelle controversie di lavoro dinanzi all’Ispettorato Territoriale del Lavoro e degli uffici giudiziari.

I nostri servizi forniti ai dipendenti consistono in

– consulenza ed assistenza per la stipulazione, esecuzione e cessazione dei contratti di lavoro

– assistenza nella negoziazione del contratto individuale di lavoro

– impugnazione della decisione di licenziamento

– contestazione delle violazioni disciplinarie ed assistenza in fase delle indagini preliminari

– assistenza e rappresentanza nel contenzioso del lavoro per quanto riguarda il mancato rispetto dei diritti di: salarizzazione, ferie, pari opportunità e trattamento, sicurezza e salute sul lavoro, accesso alla formazione professionale, protezione in caso di licenziamento, ed altro.

– controversie riguardanti i rapporti di lavoro: obbligo del datore di lavoro al rimborso degli importi trattenuti dallo stipendio, al risarcimento del danno subito dal dipendente, alla reintegrazione del dipendente nella posizione precedentemente detenuta.